Vaia: un reportage vocale per riflettere sul futuro delle foreste

Vaia: un reportage vocale per riflettere sul futuro delle foreste


Nel terzo anniversario della tempesta Vaia, l’evento estremo che tre anni fa sconvolse le foreste delle Alpi orientali italiane, e alla vigilia della Cop26 di Glasgow sul clima, Compagnia delle Foreste presenta un nuovo prodotto giornalistico: una serie podcast in quattro puntate, un reportage vocale e sonoro dai luoghi della tempesta.

Oggi, tre anni dopo, nelle aree colpite imperversa l’infestazione del bostrico, ma questo è anche un momento politico cruciale per ripensare alle foreste del futuro, per apprendere la “lezione di Vaia” alla vigilia dell’approvazione della nuova Strategia Forestale Nazionale. È in questo contesto che nasce l’idea del reportage: indagare “l’onda lunga di Vaia”, capire cosa ha significato questo evento e quali problemi strutturali ha sollevato, immaginare possibili soluzioni.    
 
Vaia – alberi, esseri umani, clima“, questo il nome del podcast, è stato co-prodotto da Compagnia delle Foreste, per la prima volta, insieme ad un quotidiano a diffusione nazionale: Domani. Il reportage è frutto di un viaggio che ho condotto personalmente nei luoghi della tempesta insieme a Ferdinando Cotugno, autore del libro “Italian wood”, giornalista specializzato in ambiente e cambiamento climatico di Domani e conduttore, insieme a me, del podcast Ecotoni. Il podcast è stato reso possibile grazie al sostegno di Pefc Italia, Uncem ed Fsc Italia, che hanno creduto nel progetto e che ringrazio.

Abbiamo raccolto 20 interviste da personalità molto diverse: tecnici, ricercatori, operatori, imprenditori, ma anche una fotografa e uno scrittore. Un mix di voci, di esperienze, di conoscenze e punti di vista che rendono questo podcast ricco, plurale, emozionante e crediamo interessante, non solo per descrivere cosa è stata Vaia e cosa rappresenta oggi il problema bostrico, ma soprattutto per riflettere sul loro legame con il cambiamento climatico e interrogarsi sul futuro delle nostre foreste e della montagna in un clima che cambia, in una società che cambia.

Le quattro puntate del podcast Vaia – alberi, esseri umani, clima, della durata di circa mezz’ora ciascuna, sono disponibili dalle ore 18.00 del 27 ottobre 2021 su Spreaker, Spotify e tutte le altre principali piattaforme di ascolto podcast
A questo link: https://www.spreaker.com/show/vaia-alberi-esseri-umani-clima 

Ecco una breve descrizione dei 4 capitoli di questa storia:

  • Capitolo 1. La tempesta. Le voci dei testimoni raccontano la notte di Vaia, il suono di milioni di alberi che cadevano tutti insieme, la forza di un vento caldo e anomalo che raggiunse i 217 km/h, la sua connessione con il riscaldamento globale.
  • Capitolo 2. L’infestazione. Tecnici ed esperti raccontano l’attacco del bostrico tipografo, l’insetto che secca gli abeti più deboli. I boschi stressati dalla tempesta e dal caldo sono un banchetto per questo coleottero. Con dati e testimonianze, si racconta come i danni del bostrico potrebbero superare quelli della notte di Vaia.
  • Capitolo 3. Il legno. Aziende, boscaioli e tecnici forestali raccontano l’impatto che la tempesta Vaia ha avuto sull’economia e sulla società delle valli del Nord-est, ma anche i tentativi di rinascita e ripresa del mondo forestale italiano dopo il disastro.
  • Capitolo 4. Il futuro. Qual è la lezione di Vaia? Come possiamo prepararci alle prossime tempeste? Come sarà il bosco del futuro e quale deve essere il suo ruolo nella società italiana? L’ultima puntata del podcast guarda in avanti, per capire l’insegnamento della tempesta.
CONDIVIDI ;)

Un pensiero su “Vaia: un reportage vocale per riflettere sul futuro delle foreste

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.