L’Apple M1 ha davvero senso nel nuovo iMac?

5 motivi per cui M1 è perfetto per il nuovo iMac …

Nell’iMac 2021 da 24 pollici, Apple regala un design ultrasottile e nello stesso tempo tempo tutta la velocità ed efficenza già nota nei Mac mini e nei Macbook con m1. Ma ecco perché il primo iMac alimentato da M1 potrebbe, o meno, essere la scelta migliore per te.

5 motivi per cui M1 è perfetto per il nuovo iMac …

Il nuovo modello è disponibile solo con il processore Apple M1 e la società continuerà a vendere i vecchi iMac da 21,5 pollici e 27 pollici con processori Intel (almeno per il momento), vale la pena dare un’occhiata più da vicino al motivo per cui M1 è (e non è) la migliore scelta di processore per alimentare quello che è stato anno dopo anno un AIO vincitore di Editors ‘Choice.

Apple afferma inoltre che le capacità grafiche dell’M1 sono molto migliorate rispetto alla grafica integrata Intel nella versione entry-level del vecchio iMac da 21,5 pollici, che continuerà ad essere venduta per il momento. Le prestazioni della GPU sono migliori fino al 50% rispetto al modello aggiornato da 21,5 pollici con una GPU AMD Radeon discreta, che non è più disponibile. Il miglioramento dovrebbe significare che giocare a giochi leggeri come Minecraft o eseguire semplici attività accelerate dalla GPU sarà molto più divertente.

2. Videochiamate di migliore qualità

Con la maggior parte di noi che utilizza i nostri computer come strumenti essenziali per il lavoro e le interazioni sociali in questi tempi socialmente lontani, la qualità video e audio sono più importanti che mai. Apple lo ha riconosciuto all’inizio della pandemia, o almeno è stata fortunata, aggiungendo una webcam 1080p e un array di tre microfoni all’iMac 5K da 27 pollici introdotto la scorsa estate.

Il nuovo iMac da 24 pollici alimentato da M1 ha anche una webcam 1080p, quindi è automaticamente un grande passo avanti rispetto alle legioni di laptop e altri AIO dotati di fotocamere 720p. Ma Apple afferma che le capacità di elaborazione delle immagini integrate nell’M1 rendono la qualità video dell’iMac M1 ancora migliore di quella dell’iMac da 27 pollici.

  1. Più sottile: un iMac più piccolo ed elegante
    Il chip M1 funziona magnificamente nel MacBook Air, il laptop più piccolo di Apple. Quindi è ovvio che anche con le ventole di raffreddamento aggiunte e la scheda madre M1 può regalare una macchina molto più sottile e leggera rispetto al design vecchio di anni degli iMac alimentati da Intel.

Questo è esattamente l’approccio che Apple ha deciso di adottare e l’effetto è impressionante. Il nuovo iMac da 24 pollici misura 18,1 x 21,5 x 5,8 pollici (HWD) e pesa 9,88 libbre. Confrontalo con le dimensioni dell’iMac da 21,5 pollici di 17,7 per 20,8 per 6,9 pollici (HWD) e il peso di 12,1 libbre.

Ovviamente, Apple avrebbe potuto fare diversi passi avanti con il design del nuovo iMac, forse aggiungendo un supporto più flessibile che avrebbe consentito all’unità di appoggiarsi sulla scrivania. Ma tali miglioramenti, sebbene certamente un’opportunità persa, non sono direttamente correlati al chip M1.

  1. Accelerare l’inserimento: Touch ID
    Oltre a gestire l’elaborazione delle immagini, il chip T2 utilizzato in molti altri prodotti Apple gestiva originariamente l’autenticazione della tua impronta digitale quando utilizzi il sensore Touch ID per accedere al tuo account macOS. È stato un po’ sconcertante per me quando Apple ha deciso di non aggiungere un sensore Touch ID alla Magic Keyboard l’anno scorso dopo il debutto del T2 sull’iMac da 27 pollici, ma ora la situazione è stata risolta.

Il nuovo iMac da 24 pollici non solo cede i doveri di sicurezza al chip M1, ma ora dispone anche di una Magic Keyboard opzionale con un sensore Touch ID. C’è un componente dedicato sulla tastiera che comunica direttamente con M1, il che significa che i dati delle tue impronte digitali vengono crittografati quando vengono inviati tra i due supporti.

  1. Supporto per app mobili
    Il chip M1 condivide la stessa architettura software dei chip della serie A negli smartphone e tablet Apple, il che significa che può eseguire app per iPad e iPhone. Questo non è esclusivo dell’iMac, poiché anche i Mac alimentati da M1 annunciati sei mesi fa dispongono di questa funzionalità. Tuttavia, la possibilità di aprire un’app per telefono nell’angolo dell’ampio display da 24 pollici attirerà molti utenti.

… e due motivi per cui l’M1 potrebbe non avere senso


Sebbene tutti i vantaggi di cui sopra rendono il nuovo iMac uno strumento ideale per la frenetica vita domestica che tutti conduciamo in questo momento, ci sono ancora alcuni motivi per cui potresti voler lasciare l’iMac alimentato da M1 e acquistare l’iMac da 27 pollici o Versioni Intel da 21,5 pollici invece.

  1. Le prestazioni avrebbero potuto essere (e saranno) più veloci
    Per quanto capace sia la prima iterazione di Apple Silicon, abbiamo visto cosa può fare in un singolo chip. Lo stesso chip, con piccole variazioni nelle capacità di raffreddamento e grafica, ora alimenta le ultime versioni di MacBook Pro, Mac mini, iMac e iPad Pro. Certo, è versatile, ma non posso fare a meno di pensare che abbia bisogno di una differenziazione.

Ad esempio, il design system-on-a-chip di M1 significa che il singolo pezzo di silicio gestisce tutte le esigenze di elaborazione del computer. Questo è efficiente e offre prestazioni straordinarie fino a un certo punto, e quel punto sembra essere la differenza tra i carichi di lavoro quotidiani che il 24 pollici probabilmente eseguirà e le attività di elaborazione della CPU degli utenti professionisti.

Per quest’ultimo, Apple sta ancora vendendo (e raccomandando) l’iMac da 27 pollici con processori Intel e grafica AMD Radeon. È un tacito riconoscimento dei limiti della M1 e non abbiamo ancora visto un’implementazione della M1 abbinata a un processore grafico discreto.

Ancora una volta, non sono ancora disponibili test indipendenti, ma è probabile che l’iMac da 27 pollici top di gamma che abbiamo testato lo scorso anno con un Intel Core i9 a 10 core supererà probabilmente il nuovo iMac da 24 pollici. Sarà sempre così? Probabilmente no. Quasi sicuramente Apple rilascerà versioni più potenti del suo silicio. Ma se hai bisogno dell’iMac più potente disponibile in questo momento, la versione M1 potrebbe non esserlo.

  1. Non puoi eseguire Windows (facilmente)
    Un ultimo piccolo cavillo con i Mac alimentati da M1 è che l’installazione e l’esecuzione di Windows su una partizione del disco rigido separata non è così facile da usare come lo è sui Mac basati su Intel. Ora puoi eseguire una versione beta di Windows nell’ultima app Parallels Desktop su Mac M1, ma dovrai pagare un extra per l’app di terze parti ed essere un membro del programma Insider di Microsoft.

Poiché ci sono relativamente pochi PC Windows AIO eccezionali, l’esecuzione di Windows su iMac è potenzialmente più utile per molti clienti rispetto all’esecuzione di Windows su un MacBook. Fino a quando la situazione non cambierà, dovrai restare con un iMac basato su Intel se desideri un’esperienza dual-boot semplice.

L’M1 è stato un lancio di straordinario successo per Apple finora in termini di clamore che ha generato e non vediamo l’ora di vedere se continuerà la sua serie non appena saremo in grado di testare noi stessi il nuovo iMac. Rimanete sintonizzati!

CONDIVIDI ;)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.