Una tecnologia per produrre elettricità dal vento

Una tecnologia per produrre elettricità dal vento senza un passaggio di conversione in energia meccanica e bella da vedere.

Uno dei problemi principali con i mulini a vento tradizionali è che le loro parti mobili nel processo sono soggette a usura e distruzione, specialmente con carichi di vento intensi. Inoltre, questi sistemi producono rumore e vibrazioni, il che riduce la versatilità del loro utilizzo. Per risolvere i problemi con i tradizionali mulini a vento, gli architetti Mecanoo e la Delft University della Delft University of Technology (Delft University of Technology) hanno unito gli sforzi per sviluppare un prototipo di un affascinante mulino a vento, che ora può essere visto di fronte al campus di costruzione di edifici della Facoltà di Ingegneria nella città di Delft, Paesi Bassi. Il nuovo sistema è stato denominato Ewicon – Electrostatic Wind Power Converter – Electrostatic Wind Power Converter.

Il vento è un’importante fonte di energia rinnovabile. Molte aziende sono costantemente alla ricerca di nuove e più avanzate soluzioni per la produzione di questo tipo di energia. Esistono vari modi per generare energia dal vento, il più popolare: l’uso di turbine eoliche. Utilizzando il movimento rotatorio delle pale, questi generatori trasformano l’energia cinetica del vento in meccanica. Quindi, il generatore elettrico converte questa energia meccanica in elettricità.

Gli architetti Mecanoo hanno cercato di esplorare la possibilità di produrre elettricità dal vento senza un passaggio di conversione in energia meccanica. Si è rivelato possibile se consentono al vento di spostare le particelle cariche nel campo vettoriale opposto ai campi elettrici.

Le gocce d’acqua sono usate come particelle cariche in Ewicon. La potenza elettrica del campo muove una particella caricata positivamente verso un elettrodo caricato negativamente. Se lasciamo che il vento sposti la particella carica nella direzione opposta, in corrispondenza di un elettrodo caricato positivamente, l’energia della particella comincerà ad aumentare, come se stessimo tentando di sollevare una pietra pesante, vincendo la forza di gravità.

Questo aumento di energia può essere raccolto utilizzando diversi metodi. Il più facile da capire quello in cui le particelle cariche vengono create dal sistema di carica costituito da ugelli ed elettrodi. Il vento sposta queste particelle in un collettore isolato, provocando un aumento della tensione elettrica del sistema. L’energia elettrica raccolta nel collettore può essere convertita, spostata e utilizzata per il fabbisogno quotidiano. Come si vede in questo caso, per un funzionamento efficiente dell’intero sistema sono necessari due componenti separati.

Fortunatamente, esiste un secondo metodo che richiede un solo componente. Il sistema di creazione di particelle cariche è isolato dal suolo. Non esiste un raccoglitore separato. La dispersione di particelle con carica positiva dal sistema di carica porta alla formazione di particelle con carica negativa dietro la zona di dispersione. Ciò aumenta la tensione elettrica del sistema ed è il metodo utilizzato per il sistema Ewicon.

Attualmente, il prototipo funzionante della struttura esiste su piccola scala. La società di sviluppo afferma che per raggiungere un rilascio su larga scala, hanno bisogno di più tempo per la ricerca.

La cosa buona di questo sistema è che può essere progettato sotto forma di diverse forme e dimensioni. Il sistema è modulare e facilmente espandibile. Può essere montato, in un’unica installazione e sotto forma di impianto di collettori eolici. Inoltre, grazie all’assenza di parti mobili nella progettazione del sistema, non produce rumori, ombre e vibrazioni intermittenti. Questi vantaggi si scoprono per il sistema Ewicon molte possibilità e lo rendono adatto ad un uso diffuso nelle città e sui tetti degli edifici.


In collaborazione con:
ITALY MEDIA 1
Italy media 1 crea strumenti efficaci per il tuo successo.
Se cerchi la svolta per comunicare e attirare nuovi clienti hai bisogno di Italy Media 1.
Strategy Communication, Video Production, Graphic Design, Content Creator

CONDIVIDI ;)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.